Land Rover Defender

Quindici anni di prototipi e render per arrivare alla versione definitiva esattamente uguale ai tanto contestati disegni. Sembrava che non si potesse fare un Nuovo Defender, invece Land Rover, è riuscita a dimostrare il contrario.

l nuovo Defender si è civilizzato ma il fuoristrada non l’ha abbandonato.

Davanti il Defe è tutto nuovo ed è stata migliorata l’aerodinamica, cercando quindi di ridurne i consumi. Il frontale prende spunto dal primo Freelander specialmente per la forma della calandra e del cofano. I fari restano quasi gli originali: tondi, ma incassati come vuole l’ultima moda. 

Le taglie del Defender restano sempre i passi: 90 o 110. La distinzione è solo un fattore di carrozzeria.

Lateralmente è proprio lui cioè il vero Defender che tutti si ricordano. Le linee restano squadrate con gli spigoli vivi per favorire la riparazione della carrozzeria. Bellissimi i richiami storici come i cerchioni in lamiera ed il tetto piatto bianco finestrato. Visto di lato è tutto perfetto peccato quella piastra in metallo a metà del vetro dietro, che ostacola la visibilità dei passeggeri posteriori, ed è stata messa lì perchè è anche la firma del designer. Dietro la forma è invariata: una parete verticale con la ruota di scorta appesa e sporgente. I fari restano gli stessi soltanto un po’ attualizzati.

Sulla 3/4 posteriore è evidente l’impronta dell’ultimo Defender uscito di produzione qualche anno fa.

L’interno rivela tutta la componentistica comune con le Land Rover attuali, non si poteva fare nient’altro: il cambio automatico e i display multimediali oggi sono basilari. Il sedile anteriore può essere a 3 posti, esattamente come lo storico Defe, con l’aggiunta di 911 €.  I materiali di supporto della plancia vengono lasciati a vista come le viti dei pannelli porta. Il nuovo Defender può essere ordinato 90, 110 e 130 le taglie rappresentavano la lunghezza in pollici del passo cioè la distanza tra gli assi delle ruote. Oggi è solo un fattore di carrozzeria: 3 porte, 5 porte e in futuro pick-up.

L’interno del nuovo Defender è attualizzato. Resta la possibilità del “Jump Seat” il terzo sedile anteriore di fortuna.

Land Rover ha deciso di comportarsi alla “giapponese” proponendo una serie infinita di optional per il Defender anche se chi la utilizzerà per il fuoristrada duro e puro la customizzerà con accessori aftermarket. Il nuovo Defender non potrà mai essere come una volta ma è giusto così: tutti rimpiangono l’indistruttibilità del Nokia 3310, ma oggi non potremmo fare a meno del nostro smartphone. L’errore grosso è stato non aver fatto una versione civilizzata “tipo SUV” e una da lavoro.

Vecchio e Nuovo Defe: ecco le generazioni a confronto.

I veri fuoristrada rimasti sono: Suzuki Jimny, Mercedes Classe G, Jeep Wrangler e Toyota Land Cruiser. Cosa ne pensate del nuovo Land Rover Defender?

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook e metti il like sulla pagina de Il Garage del Faso.

Precedente Ferrari F8 Spider e Ferrari 812 GTS

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.