BMW next 100 e Prova su strada: BMW X5

Sempre in occasione del Next100 Festival il Garage del Faso, oltre all’ X4, ha provato per voi anche l’X5.

La versione provata era la M50d da 381 CV con la carrozzeria nera metallizzata.

All’esterno si presenta subito come un SUV di grossa taglia, e si nota tutto lo sforzo dei designer bavaresi nel dissimulare e rendere più snelli e filanti i quasi cinque metri di lunghezza per due di larghezza e altezza.

BMW X5 Monza

La BWM X5 M50d provata.

L’esemplare, dotato di assetto M Sport, monta sospensioni attive che, oltre a garantire buone performance anche in offroad, abbassano in assetto standard il veicolo di quasi 30 millimetri. Esteticamente poi ha un notevole impatto l’allestimento Individual che prevede –tra gli altri- accessori che non la fanno passare di certo inosservata: spiccano gli enormi cerchi da 21” che consentono di calzare al posteriore gli enormi pneumatici da 315 mm di impronta, una chrome set di tutto rispetto con dettagli a specchio sul doppio rene al frontale e giroporta completi. A corredo di tutto, una serie pressochè infinita di loghetti “M” di dimensioni varie sparsi in ogni angolo della carrozzeria e sui già citati cerchioni. A chiudere questo tripudio di ostentazione una nota a mio parere poco elegante: sul portellone, alla destra del marchio e sotto il lunotto, BMW ha deciso di apporre (ed è la prima volta su un X5) l’intera sigla del modello in questione; il problema che ne sorge è che l’eleganza di “X5 M50d” a caratteri cubitali è quantomeno dubbia ed è parsa quasi un’epigrafe sul monumento-automobile in questione.

La scritta a caratteri cubitali avrebbe potuto essere più sobria.

Una volta aperta la portiera del guidatore (dotata di Soft Close) lo spettacolo che appare è perfettamente consono alla ricchezza dell’esterno vettura: il pacchetto Extended Leather fa ricoprire tutto l’interno in una pelle nappa di pregevolissima fattura e nel nostro caso si è optato per un colore bianco che non è apparso fuori luogo per la classe a cui questo SUV vuole ambire. La strumentazione è interamente digitale ma a differenza di Audi, BMW ha preferito optare per lasciare le cornici dei classici strumenti (tachimetro e contagiri) per dare comunque l’effetto ai puristi di avere ancora dei misuratori analogici, e il risultato è un’integrazione molto buona delle due soluzioni. Head-up display e regolazioni elettriche di tutto ciò che si possa muovere, completano la dotazione interna.

interno bmw x5 m50d

L’interno della X5 M50d ha un bel tono di sportività.

Alla messa in moto del motore si rimane quasi delusi dell’assenza completa di un qualunque tipo di suono del propulsore e dello scarico, ma la razionalità prende il sopravvento, e si pensa subito che nonostante i 381 CV, il cuore pulsante rimane comunque quello di un motore Diesel. A sottolineare del tutto questa caratteristica infatti, sul volante non è presente il “tasto magico” M come lo chiamano dalle parti di Monaco, che permette alla M a benzina di cambiare decisamente il suono allo scarico per renderlo più rabbioso e cupo.

Allacciata la cintura e spostata la corta leva del cambio automatico di D, l’auto parte non appena si rilascia il freno; l’effetto trascinamento di questo otto marce ZF è davvero presente, e nella guida lentissima in coda permette quasi di procedere ed arrestarsi solo dosando la pressione sul freno. Nella guida molto rilassata dei primi metri a circa 40 Km/h mi sono trovato già in quarta marcia a soli 1’000 giri/min ma alla prima pressione decisa del piede destro, in un istante il cambio porta il propulsore a lavorare nella zona del contagiri più consona a garantire la massima spinta. Stando ai dati ufficiali, in 5.4 secondi si raggiungono da fermo i 100 Km/h e, vista l’impressione avuta, non c’è motivo di mettere in dubbio la rilevazione cronometrica.

BMW X5 Next100

L’ X5 e le altre X disponibili per i test drive al Next100 Festival.

Il TRIturbo di cui è dotata questo Sport Utility dà una spinta poderosa con addirittura 740 Nm di coppia che è in grado di proiettarla in avanti verso velocità da manette ai polsi in men che non si dica. La prova svolta, oltre che su strada ha avuto come scenario anche un percorso off road tale da fare capire le reali potenzialità di un X5. Onestamente non so dove si possa trovare, nel mondo reale, il coraggio di spingere un SUV da più di 115’000 € (nel caso dell’esemplare in prova) in uno sterrato fangoso impegnativo o su un percorso di twist, tanto più che in questo frangente l’assetto ribassato non gioca a favore di prestazioni fuoristradistiche di primissimo livello (non siamo ai livelli di una Range Rover, per intenderci). Le telecamere presenti su ogni lato del veicolo permettono, grazie ad un elaborazione digitale, di mostrare sul grande schermo centrale una visione aerea dell’auto così da capire alla perfezione dove posano le ruote.

La trazione Integrale X-drive lavora alla perfezione e anche nella situazione in cui sono solo le due ruote all’opposto della carrozzeria ad avere trazione, è riuscita a dare motricità sufficiente a levarsi dall’impaccio. Sempre nell’impegnativo percorso di twist si è notato anche l’ottimo lavoro delle già citate sospensioni sportive nell’ammortizzare molto bene, efficacemente e silenziosamente anche i trasferimenti dell’intero carico della vettura su una singola ruota.

BMW X5 in un percorso offroad.

In sostanza la vettura sembra un buon connubio tra sportività ad alto livello e prestazioni in fuoristrada; purtroppo però il mix tra caratteristiche antitetiche è quasi sempre un compromesso e questa BMW non ne fa eccezione: 2190 Kg di massa non sono annullabili da nessun dispositivo elettronico e questo influisce su ogni percorso l’X5M50d si trovi ad affrontare. Trovo una scelta più sensata sceglierla con un motore meno performante e con un assetto meno esasperato cosi da godere appieno di -almeno- una delle caratteristiche peculiari del grande SUV bavarese.

La prova su strada e l’articolo sono stati fatti da un collaboratore del Garage del Faso che ha fatto un ottimo lavoro comportandosi, citando Top Gear, da vero The Stig.        Grazie mille!!

Cosa ne pensate della BMW X5? Meglio un SUV lussuoso e classico come X5 oppure sportivo e coupè come X4?

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook e metti il like sulla pagina de Il Garage del Faso.

I commenti sono chiusi.