News: I concept di Aston Martin

Aston Martin al Salone di Ginevra vuole sondare il mercato e lo fa provocando tutti con due concept car che di sicuro non sono in stile Aston Martin.

La prima è Vulcan: il motore è anteriore con una potenza incredibile, 800 CV e questa vettura è stata creata per l’uso esclusivo in pista.

 

Aston Martin Vulcan
Aston Martin Vulcan

 

La carrozzeria ha una linea filante e squadrata molto simile alle vetture italiane. Gli scarichi escono dalla fiancata come nelle sportive del passato e l’enorme alettone posteriore assicura una perfetta tenuta di strada. Dentro dominano la fibra di carbonio e materiali tecnici prendendo forse spunto dalle vetture del Toro. Dimenticatevi pelle, radica ed eleganza perché questa Aston è una vettura da corsa solo per 24 fortunati clienti.

 

Aston Martin Vulcan interno
L’interno supersportivo della Aston Martin Vulcan

 

Il secondo concept si chiama DBX: i clienti vogliono i SUV quindi Aston Martin si avvicina alle esigenze del mercato con DBX, non un SUV ma un crossover, più precisamente una gran turismo con l’assetto rialzato. DB è la sigla consueta di molti modelli e sono le iniziali di David Brown, ex proprietario della Aston Martin, alle quali si aggiunge la X ad indicare il sistema di trazione, che sarà integrale, mosso dall’unione di un motore benzina e uno elettrico.

 

Aston Martin DBX Concept
Aston Martin DBX Concept

 

Le portiere si aprono verso l’alto per facilitare l’accesso ai quattro occupanti che possono accomodarsi su quattro sedili singoli. I passeggeri dietro stanno comodi come quelli che si siedono davanti.

La novità della DBX si racchiude tutta davanti al pilota: il volante non ha il piantone dello sterzo, ma è drive-by-wire cioè totalmente elettronico senza elementi meccanici.

 

Aston Martin DBX interno
L’interno della Aston Martin DBX Concept è in pelle nabuk

 

Alcuni particolari di DBX, specialmente nella parte frontale con nuove prese d’aria e fari dallo sguardo più cattivo saranno sicuremente presenti sui futuri modelli di casa Aston.

Tra le auto esposte anche la Aston Martin Vantage GT3, sotto al suo cofano un V12 da 600 CV da 6.0 litri. L’interno è tutto in alcantara, mentre all’esterno è riconoscibile per le prese d’aria e gli alettoni di una vera Gran Turismo da pista. Sono tre le modalità di utilizzo settabili dal pilota: Normal, Sport e Track per sentirsi a proprio agio sia sulle strade di tutti i giorni che tra i cordoli dei circuiti. La tiratura è limitata in 100 esemplari.

 

Aston Martin Vantage GT3
Aston Martin Vantage GT3

 

 

Cosa ne pensate di queste nuove Aston Martin? Vulcan è l’inizio di una produzione di Supercar? Dopo il concept DBX il SUV Aston Martin è un’idea che si fa sempre più concreta?

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo su Facebook e metti il like sulla pagina de Il garage del Faso.

Precedente STUDIOTORINO Moncenisio Successivo L'auto del futuro: Italdesign Gea