Prova su strada: Audi A3

La cugina ricca della Golf si rifà un pochino il look ed ecco la prova su strada della Audi A3.

La versione provata era la Sportback 2.0 TDI da 150 CV con il cambio S tronic di colore grigio metallizzato abbinato al pacchetto S Line.

audi a3 restyling

La A3 restyling vista posteriormente ha nuovi fari con le frecce direzionali e il paraurti che simula l’estrattore di una sportiva.

Esternamente la A3 è una due volumi di media taglia e le versioni di carrozzeria restano invariate: 3 porte, 5 porte (chiamata Sportback), berlina (chiamata Sedan) e Cabriolet. Davanti la linea è stata rinnovata con una mascherina più squadrata, ripresa dalla TT. I fari sono dalla forma più sottile e dotati di serie dell’illuminazione a LED. Lateralmente è invariata ad eccezione dei cerchi in lega dal nuovo disegno anche per gli storici 5 razze che hanno sempre contraddistinto le A3. Dietro c’è il nuovo paraurti che simula l’estrattore di una sportiva e i fari modificati che per le frecce hanno l’accensione direzionale.

L’interno è confortevole per quattro persone, il quinto è un po’ sacrificato, l’accesso dietro sulla Sportback è facilitato dalle portiere dall’ampia apertura. I sedili sono molto comodi, contengono bene lateralmente e la posizione di guida è bassa quasi da sportiva.

Audi A3 interno

L’interno della nuova Audi A3 è molto sportivo specialmente nella versione S

I comandi sono ben disposti e di facile lettura, specialmente il navigatore satellitare con un ampio schermo che sale dalla parte centrale della plancia. L’optional più scenografico è il virtual cockpit di derivazione Lamborghini: il quadro strumenti diventa completamente digitale ed integra il navigatore. La posizione del virtual cockpit, sotto gli occhi del pilota facilita la guida perchè lo sguardo è in linea con la strada. Scegliendo il cruscotto digitale, non si perde quello estraibile centrale, che sarà a disposizione dei passeggeri.

nuova audi a3 virtual cockpit

il virtual cockpit sulla Audi A3 il quadro strumenti è uno schermo che integra le funzioni di guida al navigatore satellitare.

La A3 provata aveva il pacchetto LED interno quindi luci ovunque: sul battitacco, nella parte interna delle portiere, nelle maniglie, sotto i sedili e nella zona poggiapiedi. La luce è bianca, molto soffusa nell’abitacolo, ma dopo un po’ infastidisce specialmente chi guida.

Come si guida la nuova Audi A3?  

La posizione di guida è molto buona, i comandi sono ben disposti e molto chiari anche per una lettura veloce. L’unica nota negativa nell’abitacolo è il volante, su quella in prova è il tre razze sportivo, un po’ troppo sottile nell’impugnatura e dalla forma molto piatta sotto: utile per una guida sportiva, ma scomodo nelle manovre. La tenuta di strada dell’A3 è ottima e i suoi 150 CV sono più che sufficienti sulle strade di tutti i giorni.

audi a3 cabriolet

La A3 più estiva è quella Cabriolet

La vettura guidata montava il cambio S tronic a 7 marce, con la possibilità di avere la funzione sequenziale spostando la leva o utilizzando le palette al volante. E’ impressionante la rapidità con cui si inseriscono le marce inoltre, grazie al sistema di doppia frizione, viene preselezionato il rapporto successivo in maniera tale da avere la sensazione di spinta continua del motore. Purtroppo la scelta di acquisto dell’Audi A3 con il cambio S tronic implica l’utilizzo, per la maggior parte del tempo, del cambio in automatico tradizionale. Lasciando all’auto il pieno controllo sulla marcia inserita comporta un calo di prestazioni e vitalità dell’A3. Audi, per contenere i consumi, ha deciso di far inserire alla centralina la marcia superiore rispetto a quella effettivamente necessaria. L’auto in modalità automatica è lenta in ripresa, specialmente sulla salita in uscita dalle curve e non dimostra i 150 CV di potenza di cui dispone.

La trazione è anteriore, ma acquistando la versione Quattro si ha la trazione integrale perfetta su tutti i terreni e la migliore in fatto di stabilità. In questa A3 Quattro restyling la normale ripartizione è del 70% all’anteriore e 30% al posteriore, rispetto al precedente 60% / 40%.

audi a3 sedan restyling

La moda del momento in fatto di carrozzeria è la berlina. Ecco la nuova A3 in versione Sedan.

43 mila euro per la vettura provata non è poco, ma le concorrenti non sono molto più economiche e molto spesso non offrono una qualità nei dettagli così elevata.

Il giudizio finale è: bella, molto comoda, ma poteva essere ancora più cattiva e sportiva.

Cosa ne pensate di questa nuova Audi A3? Meglio la modaiola A3 o l’eterna Golf?

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook e metti il like sulla pagina de Il Garage del Faso.

I commenti sono chiusi.