News: Rolls Royce Cullinan

Anche la tradizionalista Rolls Royce cede al tormentone dei SUV e mette sul mercato Cullinan. La rivale Bentley ha esordito con Bentayga e di certo Rolls non poteva restare a guardare. Cullinan prende il nome dal diamante più grosso del pianeta, ed è proprio così: un enorme oggetto a quattro ruote costosissimo e inutile.

Cullinan nelle forme ricalca esattamente lo stile del marchio Rolls Royce.

Dal fuori Cullinan ha la tipica forma di una Rolls, linee squadrate con il frontale completamente verticale contro ogni legge dell’aerodinamica. Sul lunghissimo cofano spicca lo Spirit of Ecstasy la famosa statuetta che per tradizione rappresenta il sussurro del motore al minimo. Come su tutti gli ultimi modelli lo Spirito è retrattile, per evitarne il furto, selezionando un’icona sul display dell’abitacolo oppure ogni volta che l’auto si spegne. Lateralmente, come ogni SUV, Cullinan è alto da terra, ma non molto di più una Phantom. Le portiere si aprono ad armadio per favorire l’accesso all’abitacolo schermando i passeggeri. Le porte hanno un dettaglio ingegnoso: arrivano fino al pianale dell’auto in modo da coprire il gradino dal fango che potrebbe sporcare i pantaloni mentre si sale o si scende dall’auto. Anche in questa Rolls, cerchioni hanno il giroscopio per fare in modo che le lettere RR al centro siano sempre dritte anche mentre le ruote girano.

La plancia della Cullinan, come tutte le Rolls Royce, può essere ordinata con i classici pannelli di radica che vengono messi con le venature speculari.
Il divano posteriore di Cullinan a scelta può essere per tre passeggeri o due poltrone singole stile business.

La fiancata, può essere ordinata con la linea a contrasto che la percorre in tutta la lunghezza, fatta a mano con un tratto unico di pennello. I colori della carrozzeria sono praticamente infiniti. L’interno è il tripudio del lusso Rolls Royce: pellami pregiatissimi e materiali accostati con finiture quasi maniacali. L’abitacolo della Cullinan è stato pensato per essere sfruttato sia da guidatore che da passeggero, contrariamente alla maggior parte delle Rolls che vanno lasciate guidare dall’autista. Tutti i rumori esterni vengono azzerati e le asperità della strada sono cancellate dalle sospensioni pneumatiche.

La maggior parte dei test prima della produzione di Cullinan sono stati fatti in offroad.

Come da tradizione l’unico rumore che si sente dentro è solo il ticchettio dell’orologio. Questa è la prima Rolls Royce pensata anche per il trasporto dei bagagli, così si è deciso di dividerli dai passeggeri con un vetro in maniera tale che l’apertura del baule non faccia cambiare la temperatura interna dell’auto. I posti a sedere possono essere cinque oppure quattro, in aggiunta si possono avere nel bagagliaio anche due seggiolini ad apertura elettrica con tavolino per un picnic. Nel cofano di Cullinan c’è il gigantesco motore V12 6’750 della Phantom, ma con 570 CV e 850 Nm coppia. Per la prima volta una Roll Royce con la trazione integrale impostabile per fuoristrada e le quattro ruote sono sterzanti.

Optional di lusso per Rolls Royce come i due seggiolini estraibili con tavolino per un picnic.

Secondo me la Regina del fuoristrada lussuoso resta sempre la Range Rover, però mi comprerei una Cullinan. Cosa ne pensate della Rolls Royce in versione SUV?

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook e metti il like sulla pagina de Il Garage del Faso.

Precedente New Stratos

Lascia un commento

*