Il cuore di Ferrari: la pista di Fiorano

Lo scorso weekend sono stato a Maranello a visitare il Museo Ferrari, la fabbrica e la Pista di Fiorano. Mi ha molto colpito il circuito privato della Ferrari, per questo ho deciso di parlare della Pista di Fiorano:

Enzo Ferrari ha sempre avuto il pallino per le corse ed il suo sogno si è realizzato nel 1971 quando ha deciso di iniziare a costruire una pista privata esclusivamente per testare le sue automobili.

In alcuni terreni di un comune confinante con Maranello, cioè Fiorano Modenese, in meno di sette mesi è stato costruito un circuito.  La Pista di Fiorano, in onore del paese ospitante, si trova a poca distanza dalla fabbrica di Maranello. Il tracciato lungo 2,976 chilometri è stato disegnato per mettere a dura prova le vetture e le sue 13 curve sono state modellate in maniera tale da riprendere quelle dei più famosi circuiti europei. Infatti, è riconoscibilissima una curva a gomito in stile Montecarlo vecchia e la Parabolica in salita simile a quella dell’autodromo di Monza.

pista fiorano

Il tracciato di Fiorano

 

La pista per volere di Enzo, grande amante delle corse, è omologata per la Formula Uno, anche se non è mai stato corso nessun granpremio.

Una zona, posta tra le curve 3 e 4, è chiamata “steering pad” é un cerchio di asfalto copletamete piatto e senza ostacoli dove è possibile verificare la deriva dei pneumatici e la risposta delle sospensioni della macchina in curva simulando una “curva infinita”. Sulla parte superiore del ponte c’è un avvallamento per testare le sospensioni sul dritto.

A lato del tracciato sorge la sede della Scuderia Ferrari ed il Reparto Corse,  dove vengono progettate tutte le componenti per le competizioni.

sede scuderia ferrari

L’edificio a destra con il tetto arrotondato è la sede della Scuderia Ferrari

 

Il circuito non ha mai subito grosse variazioni nel tempo, ad eccezione del 1992, quando su richiesta di Michael Schumacher che voleva “correre e andare forte” sono state eliminate alcune curve per creare il lungo rettilineo che gli consentisse di raggiungere i 290 km/h di velocità massima.

casa ferrari

Casa Ferrari e Piazza Michael Schumacher

 

Durante la costruzione del circuito erano presenti edifici che servivano ai contadini per la coltivazione dei campi e vennero riutilizzati come depositi e garage. La costruzione principale, battezzata Casa Ferrari, è stata adibita ad uffici ed ha ospitato anche l’ufficio di Enzo Ferrari nel quale amava rifugiarsi dato che era lontano dagli sguardi della gente e soprattutto perchè era circondato dalla pista su cui sfrecciavano le sue auto. All’interno della fabbrica ogni strada è intitolata ad un pilota della Scuderia, il Viale principale si chiama Enzo Ferrari; l’unico ad avere una Piazza con il suo nome è Michael Schumacher ed è proprio la piazza antistante Casa Ferrari al centro della pista di Fiorano.

gilles aereo

Gilles Villeneuve e l’aereo caccia F-104S

 

Le Ferrari hanno sempre partecipato a tantissime gare, ma forse la sfida più paricolare è quella tra la la vettura di Formula Uno 126 CK guidata da Gilles Villeneuve e l’aereo caccia F-104S. La gara disputata a Istrana era di accelerazione su 1000 metri con partenza da fermo, poi l’aereo sarebbe decollato. Gilles decise di adottare un accorgimento: cioè gareggiando senza alettoni per sfruttare al massimo la potenza e la velocità della sua Ferrari. Gli ingegneri erano contrari perchè sostenevano che la macchina non sarebbe riuscita a rimanere in strada; Villeneuve sosteneva che la distanza fosse ridotta, appena un chilometro, che il percorso fosse completamente dritto e che sarebbe riuscito a tenere la vettura in strada. Con questo lampo di genio, Gilles riuscì a battere l’aereo tra lo stupore degli ingegneri e del pubblico. L’aereo è stato dipinto di rosso ed è tutt’ora conservato all’interno della Pista di Fiorano quasi come un trofeo.

ferrari e aereo

L’aereo caccia F-104S messo al centro della pista di Fiorano

 

L’aneddoto più famoso relativo alla pista di Fiorano è accaduto nel 1988 durante la visita di Giovanni Paolo II agli stabilimenti di Maranello, il Papa giunto sul tracciato vedendo la Papamobile disse: “ma come, qui non abbiamo una Ferrari?” il desiderio venne subito esaudito dal figlio di Enzo, Piero Ferrari che mise a disposizione una Ferrari Mondial Cabriolet. Enzo Ferrari durante quella visita era ricoverato in ospedale, ormai in fin di vita, riuscì a parlare solo telefonicamente con il Papa che utilizzò per chiamare il telefono che era nell’ufficio di Ferrari a Casa Ferrari.

papa ferrari

Papa Giovanni Paolo II durante la visita a Fiorano

 

Tra i modelli della casa del Cavallino uno è stato dedicato a questa pista ed è la 599 GTB Fiorano nel 2006, anche se alcuni con questo nome chiamano anche la versione Modificata della 550 Maranello: cioè la 575M.
Il record sul tracciato è di Michael Schumacher che con la F2004 in 55″999, tutte le Ferrari hanno girato in pista e ci sono state alcune eccezioni cioè le Maserati e la Porsche 959.

Ferrari 599 GTB Fiorano

Ferrari 599 GTB Fiorano e Michael Schumacher

 

Voglio che nessuna Ferrari affronti la pista o la produzione di serie senza che abbia superato a pieni voti l’esame Fiorano.
Enzo Ferrari

Oggi non è più possibile fare test in pista alle F1 attualmente in campionato, perchè il regolamento lo impedisce, ora è la Federazione che decide in quali date e su quali circuiti dovranno essere effettuati i test.

 

Cosa ne pensate della Pista di Fiorano? Pensate sia utile testare tutte le Ferrari in pista?

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo su Facebook e metti like sulla pagina de Il Garage del Faso.

 

I commenti sono chiusi.