News: Bugatti Divo

Più lenta ma più veloce. Sembra un controsenso però è quello che Bugatti ha fatto con la Divo. La nuova nata della casa francese è stata creata per essere più agile nelle curve rispetto alla Chiron.

Nella Divo: la pulizia delle forme a cui Bugatti ci ha abituato cede il passo all’aerodinamica.

Divo è una vettura a tiratura limitata, 40 esemplari, basata sulla meccanica della Chiron. Esternamente ha una linea estremamente sportiva, molto diversa all’eleganza e alle forme a cui Bugatti ci ha abituato. Il frontale è contraddistinto da molte appendici aerodinamiche e dai fanali che sono stati tagliati nei passaruota. Lateralmente è molto simile al prototipo Vision GT con la pinna stabilizzatrice posteriore ormai comune a molte hypercar. Dietro, rispetto alla sorella Chiron, è tutta nuova con prese d’aria maggiorate, quattro terminali di scarico e l’alettone sempre esterno. Bellissimi sono i fari posteriori integrati nella griglia ricordano quelli della Ferrari Testarossa e per la prima volta su una vettura di serie sono stati realizzati con la stampa 3D.

Bugatti Divo dietro è totalmente fuori dai canoni Bugatti. Si nota l’alettone esterno e il grosso estrattore.

L’interno è stato semplificato per apparire più sportivo senza però uscire dalle caratteristiche tipiche di Bugatti. Tutti i materiali e le finiture possono essere scelti a piacimento dal cliente. Sotto al cofano c’è sempre il W16 8.0 litri con quattro turbo e 1’500 CV della Chiron. Bugatti per la Divo ha scelto di limitare la velocità massima a 380 km/h. La decisione è dettata del fatto che Divo vuole essere più rapida ed agile in curva pur non essendo l’automobile più veloce in assoluto.

L’interno della Bugatti Divo è lo stesso di Chiron con materiali più sportivi come alcantara e pelle traforata. Sarebbe stato meglio qualcosa di più estremo.

Ne volete una? Ormai è troppo tardi perché i 40 esemplari previsti sono stati venduti tutti nel giorno di presentazione all’incredibile prezzo 5 milioni di euro. Cosa ne pensate della Bugatti Divo?

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook e metti il like sulla pagina de Il Garage del Faso.

Precedente News: Lamborghini Aventador SVJ Successivo Ferrari Monza SP1 e Monza SP2

Lascia un commento

*