Bentley Mulliner Bacalar

Adoro le vetture con carrozzeria barchetta ed è per questo che mi piace tantissimo anche questa ultima Bentley. Al Salone di Ginevra virtuale la casa automobilistica inglese ha presentato la Mulliner Bacalar. Il nome Mulliner è quello di una storica carrozzeria, antichissima perché ha iniziato la sua attività con le carrozze per cavalli. Bacalar è un lago del Messico.

La Bentley Mulliner Bacalar è proprio una barchetta: due posti secchi e senza tetto. 

 

Esternamente sembra la Continental GTC, all’anteriore prende ispirazione dai famosi prototipi esposti da anni nei saloni, come la EXP 10 Speed Six. Di lato è praticamente la Continental spiccano i grossi cerchi da 22 pollici e le gobbe dietro i sedili. La parte posteriore è bella, ma non mi convince perchè sembra un’Aston Martin. Per il colore giallo della Bacalar è stato tritato nella vernice il guscio che ricopre i chicchi di riso.

Vista posteriormente si notano le gobbe di carrozzeria dietro ai poggiatesta. Uno stile un po’ Zagato.

 

Dentro è sontuosa come ogni Bentley che si rispetti: pelle e lana di prima scelta la fanno da padroni. Il legno, per dare un’idea di eco-friendly è stato utilizzato quello di alberi già morti. Interno bello, senza dubbio, ma io avrei preferito qualcosa di più resistente alle intemperie visto che la Mulliner Bacalar non ha il tetto.

Come ogni Bentley l’interno della Mulliner Bacalar è con materiali di primissima qualità. Peccato troppo delicati per un’auto senza tetto.

 

Il motore anteriore è il mostruoso W12 Volkswagen con 659 CV e 900 Nm di coppia. La trazione integrale anche se normalmente è solo posteriore. Le prestazioni sono di tutto rispetto, ma coi capelli al vento rende molto la sensazione di velocità. Bentley ha deciso che le sue fuoriserie saranno marchiate Mulliner.

Saranno 12 le Mulliner Bacalar già tutte assegnate. La vorrei dipinta di verde con una livrea storica di Bentley e l’interno in cuoio nero: una vera auto per la Millemiglia. Cosa ne pensate di questa barchetta inglese?

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook e metti il like sulla pagina de Il Garage del Faso.

 

Precedente Pagani Imola e Pagani Huayra Roadster BC Successivo Bugatti Atlantic 2015

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.